Parc de Bercy (Paris, France)

Parc de Bercy
❯ Paris, France
#Archistract #1
.
❯ 1993
❯ Architetti: Bernard Huet, Madeleine Ferrand, Jean-Pierre Feugas, Bernard Leroy; ❯ Paesaggisti: Ian Le Caisne, Philippe Raguin;
.
❯ Già nel 1977 si manifesta la volontà di riqualificare un’area ad est della città, dato che ad ovest si stava concependo l’attuale Parc Citroen. Nel 1987 viene indetto un concorso Europeo per l’area di Bercy, in particolare modo per un’area verde da inserire in un’ex area di stoccaggio vini. Il progetto viene impostato con lo scopo di creare un luogo della memoria. Il disegno si presenta come un rettangolo di 13,5 ha con il lato lungo parallelo alla Senna, riempito per sovrapposizione di livelli: una trama viaria che ricalca il tracciato di tutte le vecchie strade fino alle rotaie dei carrelli per il trasporto dei vini, cui si soprammette un nuovo reticolo, perpendicolare al fiume, ottenendo una maglia ortogonale di 45 m di lato fatta di viali in pietra lievemente sopraelevati rispetto alla quota e larghi 2,5 m; un sistema a verde dove sono integrati i numerosi alberi centenari; un apparato di padiglioni e servizi, in cui gli elementi nuovi sono fiancheggiati da tre edifici del 1800 recuperati e trasformati. Il parco è definito da tre ambiti principali ( i “Grandes Pelouses”, i parterres, il “Jardin romantique”). Su tutto il lungo fiume corre un muro terrazza, alto otto metri, dove sono raccolti i locali logistici del parco. La struttura, su cui per tutta la lunghezza è possibile la passeggiata in quota, belvedere sia della Senna sia del giardino, costituisce uno schermo al traffico ed al rumore e definisce un buon rapporto di skyline.
Gli alberi e l’incredibile profusione di fiori accomunano Bercy al linguaggio tradizionale dei giardini d’impianto ottocentesco mescolato con un lessico architettonico e funzionale di gusto contemporaneo. (Fonte: R.L. Università di Parma)